Comunicato stampa

Nigeriano ucciso e bengalesi malmenati

Fermare la spirale di violenza e combattere la paura del diverso

 

 

In seguito ai due ultimi episodi di spaventosa violenza che hanno coinvolto due ragazzi bengalesi  malmenati perché ignoravano il Vangelo e un giovane nigeriano picchiato a morte per aver difeso sua moglie da insulti vigliacchi, la ConVol ritiene di non poter tacere e di dover invitare tutte le comunità e i gruppi presenti nella società civile a impegnarsi sempre maggiormente a favore del riconoscimento dell’altro, di ogni altro e a combattere la paura e l'ignoranza del diverso contribuendo così a costruire una convivenza realmente civile.

 

 

Ufficio stampa per ConVol nazionale

Paola Scarsi 347 3802307

Roma, 7 luglio 2016